Regolamento2018-06-06T14:58:20+00:00

Regolamento

Turismo Adventouring

Le manifestazioni e le finalità

Le manifestazioni del circuito Turismo Adventouring consistono in escursioni motociclistiche di carattere turistico che hanno la specialità di affrontare percorsi con frequenti tratti a fondo naturale (fuoristrada). Il loro obiettivo principale è di sviluppare una cultura del mototurismo che faccia apprezzare e valorizzi gli aspetti culturali, ambientali e storici dei luoghi e dei paesi attraversati.
Le manifestazioni sono inoltre finalizzate a sensibilizzare i partecipanti sui temi della sicurezza in moto, del rispetto dell’ambiente e di quanti condividono gli stessi spazi naturali. Sono anche valorizzate le capacità personali dei piloti come la condizione psico-fisica alla guida di un motociclo e quelle d’orientamento e navigazione.
Questi eventi motoristici sono pertanto indirizzati a chi voglia coniugare l’aspetto tecnico della guida consapevole con quello del viaggio e della scoperta, sempre con l’obiettivo di creare e sviluppare una cultura di un “mototurismo evoluto e sostenibile a 360°”.

La partecipazione

Queste manifestazioni sono opportunamente regolamentate dalla Federazione Motociclistica Italiana (FMI), per cui per parteciparvi è richiesta la sottoscrizione alla FMI stessa, che può essere effettuata anche all’atto d’iscrizione alla manifestazione.
La partecipazione è definita per squadre precostituite di due o tre piloti, secondo il Regolamento Particolare dell’evento. Questa regola segue lo spirito partecipativo del circuito Turismo Adventouring anche per garantire la migliore sicurezza agli stessi partecipanti.

Caratteristiche delle moto

È questa una regola molto particolare e caratterizzante del circuito Turismo Adventouring. È, infatti, consentita la partecipazione di tutti i motoveicoli a due ruote e a quattro ruote (questi ultimi se previsti dal RP della manifestazione) in regola con il Codice della strada, pluricilindrici e monocilindrici con un peso a vuoto superiore a 145 kg (rilevato dalla scheda tecnica del produttore), dotati di pneumatici adatti al fondo naturale ed in perfetta efficienza tecnica.
Deroga a questa regola potrebbero essere previste dal regolamento particolare di ciascuna manifestazione.

Percorsi, durata e navigazione

Nel più puro spirito della disciplina, i percorsi prevedono normalmente la partenza da una località e l’arrivo in un’altra dopo un’importante distanza chilometrica (non meno di 160 km al giorno) e su più giornate. I fondi stradali sono di tutti i tipi, dove la prevalenza è data al fondo naturale (fuoristrada) che esalta le caratteristiche di avventura della disciplina. Sono previsti punti di ristoro per i partecipanti. Le manifestazioni si svolgono su percorsi comunque aperti al normale traffico, pertanto i partecipanti sono tenuti ad attenersi alle norme del Codice della Strada e a tutte le disposizioni vigenti in materia, comprese eventuali ordinanze delle Autorità competenti per il territorio delle località attraversate.
Il percorso è normalmente indicato per mezzo di tracce GPS, e comunque mediante un sistema che non abbia alcun impatto sul territorio (quindi no frecce, segnalazioni con vernice, fettucce ecc.).
I partecipanti possono decidere in totale autonomia di seguire il percorso indicato o eventualmente strade alternative per raggiungere il punto stabilito per l’arrivo. Possono essere previsti dei controlli di passaggio, che potranno essere considerati per un eventuale conferimento di attestazione della completa realizzazione del percorso.

Il turismo

Potranno essere organizzati lungo il percorso delle attività turistiche, che forniscano l’occasione ai partecipanti di sviluppare la conoscenza del territorio e di valorizzazione le specialità dello stesso (documentazione fotografica, ricerca di punti d’interesse, orientamento, ecc…).
Sarà, inoltre, cura degli organizzatori fornire ai partecipanti la più ampia documentazione turistica esistente raccolta presso gli Enti dei territori attraversati.